Author name: Eros Rossi Fomin

Co-fondatore e ideatore di Katéchon. Un ragioniere che studia architettura ma fa soprattutto tutt'altro e spera di diventare un cosmonauta da grande. Scrive, traduce e introduce. È fissato con Rousseau ─ ci fate facilmente caso. Pubblica riflessioni personali e appunti anche su Substack.

Le verità e le falsità sull’attentato terroristico al Crocus di Mosca

Sono anni che non accadevano attentati terroristici simili nella Federazione russa.Il bilancio attuale delle vittime è di 143 morti e 182 feriti. Quella avvenuta a Mosca è una tragedia che rimarrà per anni, forse in eterno nella memoria del popolo russo – un popolo che a differenza dei vicini europei ha una memoria davvero lunga,

Per una critica realista dei “12 punti di pace” cinesi

A un anno dall’operazione speciale russa nel contesto della quasi decennale guerra in Ucraina – che si sta sempre più trasformando per la Russia in una guerra ufficiale contro l’Ucraina, come affermato anche da Aleksander Dugin –, la fraterna Repubblica Cinese (“una relazione migliore di un’alleanza“, come ha affermato il ministro degli esteri cinese) ha

Considerazioni sui rapporti di classe in Italia

Da M-48.it “E guardando alle nazioni che hanno già conquistato un grado qualunque di libertà, ditemi, ah ditemi, fratelli mie nella lotta, d’onde deriva l’incessante e sempre crescente lagnanza del popolo, delle classi laboriose, dei milioni che gemono e fremono? Non è quel fremito di dolore una energica protesta contro l’impotenza di questa imperfetta dottrina

Sempre contro l’Impero

Da M-48.it Le posizioni scomode sono le più importanti da tenere. Dal cuore dell’Impero anche una piccola deviazione dalla narrativa dominante viene vista come un peccato mortale, figuriamoci prendere direttamente le parti dei “nemici dell’Occidente”. E ciò è endemico. Lo abbiamo visto con la levata di scudi contro il supporto al presidente Lukashenko durante il

Rousseau e il pensiero marxista

Da M-48.it «Potrei… provare che, se si vede un pugno di potenti e di ricchi al culmine della grandezza e della fortuna, mentre la folla striscia nell’oscurità e nella miseria, ciò si deve al fatto che i primi tengono in pregio le cose di cui godono solo in quanto gli altri ne sono privati, e

Un pueblo digno

Da M-48.it “Vayanse al carajo, yanquis de mierda; aquí hay un pueblo digno!”, esclamava Hugo Chavez l’11 settembre 2008, dopo i soliti tentati golpe da parte degli Stati uniti nella Patria venezuelana.Ebbene questa volta a subire dei punzecchiamenti da parte dell’impero nordamericano è toccato ad un’altra Patria, la “grande isola”. Oramai considerata roccaforte del socialismo

Navalny: da Hitler a Mandela in pochi semplici passi

Da M-48.it Putin è un santo? Ovviamente no, ma sicuramente non è così imbecille da avvelenare un politico come Navalny.Oggi dovremmo necessariamente parlare di questo Aleksey Navalny, “Il più famoso e influente oppositore di Vladimir Putin” – così l’hanno chiamato! per davvero! [qui un articolo de Il Post, una delle tante testate che l’hanno definito

L’impero americano scricchiola: l’oscuro orizzonte che si prospetta in occidente

Da M-48.it Ogni singolo avvenimento a cui abbiamo potuto assistere in questi ultimi anni non fa che metter in evidenza, sempre più, la fragilità di quell’impero che è stato – e che sarà ancora per un po’ di tempo – senza alcun ombra di dubbio l’impero più criminale, distopico, crudele, vergognoso e potente della storia.

Il punto della situazione in America Latina: 6 agosto (2020)

Da M-48.it Negli ultimi giorni possiamo dire che ci sono stati diversi risvolti relativamente importanti in America Latina: in Nicaragua, Bolivia, Colombia, Venezuela e Guyana.Partiamo dunque con ordine. Nicaragua I documenti riguardanti il Nicaragua che sono emersi dovrebbero far inorridire ogni cittadino e Paese che si dichiari democratico. Eppure, sembra che siano proprio questi, i

Indice