Lotta di classe in Italia

Colonialismo linguistico e anglicizzazione dell’italiano

Da La Fionda. Il colonialismo anglosassone nel nostro sistema d’istruzione, dalle materne all’università, non si ferma. Il colonialismo linguistico inglese ci costa oltre 65 miliardi l’anno, quanto tre finanziarie messe insieme ma anche i “sovranisti” sono “sorvolisti”. È ora, già tarda, di decolonizzare: lo esigono i Diritti umani, la Democrazia, la Libertà, i nostri soldi, la Repubblica

Gli “utili idioti” del sistema?

Da L’AntiDiplomatico. Le immagini delle manganellate della polizia contro gli studenti di Pisa hanno fatto il giro del paese e del mondo, andando ad aggiungere una piccola vergogna locale a quell’enorme catastrofe umanitaria che va consumandosi a Gaza a causa dell’aggressione sionista. A rimediare alla situazione e a riportare ciascuno ai propri ruoli naturali, con

Internazionalismo astratto ed identità

Sono ormai anni che in qualsiasi discussione alla quale partecipiamo tra compagni ad un certo punto spunta fuori la frase “Voi siete dei fascisti perchè considerate l’Italia come fulcro centrale sul quale muoversi per cambiare il reale, questo non è internazionalismo, è nazionalismo”.Innanzitutto sarebbe fondamentale fare chiarezza su cosa intendiamo quando usiamo la parola “nazione”

Nel 2023 in Italia la polizia ha identificato 54 milioni di volte i cittadini

Da L’Indipendente. Dai fermi disposti alle manifestazioni per la Palestina o ai flash mob ambientalisti fino ai controlli agli agricoltori o effettuati nei confronti degli attivisti che hanno deposto fiori per Aleksei Navalny: il fenomeno delle identificazioni sembra ormai essere diventato anche un caso politico. È esploso sui social in seguito ai commenti del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi

Perire con il “vecchio mondo”? L’Italia e la questione indipendenza

Da L’AntiDiplomatico. La Storia non l’eterna ripetizione del medesimo, ma processo dialettico di trasformazione, caratterizzato da uno “stato di cambiamento e movimento perpetui, di rinnovamento e di sviluppo incessanti, dove sempre qualche cosa nasce e si sviluppa, qualche cosa si disgrega e scompare”. Può accadere che qualcosa muti nel suo opposto e che, a seguito

Il disastro dell’agricoltura italiana

Nella discussione in atto sull’agricoltura italiana sarebbe interessante innanzitutto comprendere cosa produciamo ed in che quantità rispetto ai consumi interni.In questo ci vengono in aiuto i dati ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), ecco i dati espressi in tasso di approvvigionamento ossia produzione / consumi interni apparenti ed uso dell’industria. Dati 2021-22

Il dogma della produttività architrave dello sfruttamento di classe

Da L’AntiDiplomatico. Il Pnrr rappresenta una occasione per rilanciare l’economia capitalista? Le ricette neokeynesiane oggi non sono l’antidoto per salvare un sistema immodificabile come quello capitalistico. Proviamo allora a ragionare in termini di classe per restituire credibilità ad una proposta di cambiamento reale. La produttività non cresce se il capitale si investe in bar, ristoranti

I veri ideatori dell'”autonomia differenziata” e l’opposizione di facciata del PD

Da L’AntiDiplomatico. L’immagine dei senatori piddini intenti a sventolare il tricolore in protesta contro l’approvazione del ddl Calderoli sull’autonomia differenziata non deve trarre in inganno. Questo progetto, per quanto faccia gola alle mal celate tendenze secessioniste di certe “signorie” regionali, ha una matrice ben precisa, che più che in Padania sta nell’Atlantico, tra Washington e

Dove è finita la classe dirigente europea? Parla Alberto Bradanini

Da L’AntiDiplomatico. “Tutto quello che ha riguardato l’Ucraina in questi due anni di guerra può essere ricapitolato in un solo termine: menzogna. Si è trattato di una montagna di falsità costruite a tavolino dai detentori del potere mediatico (che sono poi quelli che dirigono il cosiddetto pilota automatico che adotta quelle decisioni che i volti pensosi dei