Liberismo

Il disastro dell’agricoltura italiana

Nella discussione in atto sull’agricoltura italiana sarebbe interessante innanzitutto comprendere cosa produciamo ed in che quantità rispetto ai consumi interni.In questo ci vengono in aiuto i dati ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), ecco i dati espressi in tasso di approvvigionamento ossia produzione / consumi interni apparenti ed uso dell’industria. Dati 2021-22

Il dogma della produttività architrave dello sfruttamento di classe

Da L’AntiDiplomatico. Il Pnrr rappresenta una occasione per rilanciare l’economia capitalista? Le ricette neokeynesiane oggi non sono l’antidoto per salvare un sistema immodificabile come quello capitalistico. Proviamo allora a ragionare in termini di classe per restituire credibilità ad una proposta di cambiamento reale. La produttività non cresce se il capitale si investe in bar, ristoranti

Come il neoliberismo si è impossessato delle nostre menti. Parla Ernesto Limia Díaz

Da L’AntiDiplomatico. Come il neoliberismo ha preso possesso delle menti di milioni di individui? Una domanda che pervade la nostra riflessione da anni e che mai ha trovato risposte e chiarimenti più illuminanti di quelle forniteci da Ernesto Limia Díaz – storico cubano, primo vicepresidente dell’Associazione degli Scrittori dell’UNEAC, e grande conoscitore degli attuali mezzi

La scienza non è più a servizio dell’umanità
Le origini della "nuova ideologia" occidentale

Tradotto da Nora Hoppe per L’AntiDiplomatico da Strategic Culture. Se decidiamo di immaginare il mondo come una macchina, allora la “realtà” si presenterà come una macchina, scrive Alastair Crooke. Negli ultimi quattrocento anni, gli europei occidentali hanno vissuto una “visione” molto particolare, che si distingue da quelle precedenti. Mentre Galileo portava avanti la sua sperimentazione

Come nel 1992 la privatizzazione trasformò l’economia russa e fece emergere i primi oligarchi

Da Russia Beyond. Gli ideologi della privatizzazione promettevano che nel tempo il valore di un voucher dato alla popolazione sarebbe stato pari almeno a quello di due automobili di lusso Volga. Ma se alcuni riuscirono a scambiare i loro buoni con pacchetti azionari Gazprom, altri ci presero un paio di jeans o qualche bottiglia di

Management e totalitarismo

Da L’Interferenza. I totalitarismi impliciti ed espliciti sono diversi nelle forme scenografiche e nei dogmi dichiarati, ma si ritrovano eguali nella loro verità comune: vorrebbero necrotizzare la dialettica delle classi con annessa lotta di classe. Per gestire la vita  degli uomini e delle donne come fossero protagonisti di  un esperimento da laboratorio o dati i

Trenta anni fa l’Italia firmava il Trattato di Maastricht. L’inizio della fine

Da Contropiano. Sono passati trenta anni dalla firma del Trattato Istitutivo dell’Unione Europea più noto il Trattato di Maastricht che decretava la nascita della Ue e i parametri economici necessari per aderirvi. La parte formale del Trattato portava dodici firme di capi di Stato europei e ben sei erano di Re, Regine e un Granduca

L’alleanza fra neoliberismo e neopositivismo

Da L’Interferenza. Il neoliberismo è alleato del neopositivismo, in questi giorni divulgatori scientifici organici al  sistema invocano una riforma culturale senza precedenti, consigliano al nuovo ministro Patrizio Bianchi il nuovo programma e la direzione su cui impostare il ministero. Sono convinti di trovare “ascolto”, poiché appartengono alla stessa area sociale e politica. Sulla Tecnica della

Perché l’Europa arranca

Un continente che non va avanti Da Formiche. Per spiegare la mancata ripresa in Europa, e soprattutto in Italia, di recente si fa sempre più spesso riferimento ad una sorta di rifiuto dell’incertezza da parte dei cittadini, imprese ed investitori: mentre il rischio è accettato e valutato, ed anzi il suo calcolo rappresenta il presupposto

Indice