Proteste

Navalny: da Hitler a Mandela in pochi semplici passi

Da M-48.it Putin è un santo? Ovviamente no, ma sicuramente non è così imbecille da avvelenare un politico come Navalny.Oggi dovremmo necessariamente parlare di questo Aleksey Navalny, “Il più famoso e influente oppositore di Vladimir Putin” – così l’hanno chiamato! per davvero! [qui un articolo de Il Post, una delle tante testate che l’hanno definito

L’impero americano scricchiola: l’oscuro orizzonte che si prospetta in occidente

Da M-48.it Ogni singolo avvenimento a cui abbiamo potuto assistere in questi ultimi anni non fa che metter in evidenza, sempre più, la fragilità di quell’impero che è stato – e che sarà ancora per un po’ di tempo – senza alcun ombra di dubbio l’impero più criminale, distopico, crudele, vergognoso e potente della storia.

Per un’analisi politica del covid-19

“Quando le classi dominanti non possono più governare alla vecchia maniera, e le classi dominate non vogliono più vivere allo stesso modo, allora nasce la situazione rivoluzionaria.” György Lukács “Non è dunque lo stato d’assedio, ma la lotta di classe spregiudicata che risveglia la coscienza di sé, lo spirito di sacrificio e la forza morale

Iconoclastia: statue ed odio

Da M-48.it Si sta discutendo molto in questi ultimi giorni sull’abbattimento delle statue rappresentanti personaggi storici “ambigui”, esplicitamente razzisti o addirittura schiavisti: c’è chi sostiene che vadano abbattute tutte le statue raffiguranti questi soggetti e chi, invece, afferma che le statue rappresentino il ricordo, la storia di un Popolo, e che sia ingiusto rimuoverle. Mi ha

Scontro razziale o di classe?

Da M-48.it Davanti alle rivolte statunitensi si sono formate due “scuole di pensiero”: l’una le denuncia come prive di contenuto sociale, espressione della retorica “liberal” e funzionali al Partito Democratico nella sua lotta contro Trump, l’altra che riconosce nella rabbia delle comunità nere elementi di lotta di classe e di contrapposizione al sistema capitalista ed imperialista.