Alcuni problemi in sospeso nell’industria siderurgica

Pronunciato il 29 maggio 19751

Il Comitato Centrale del Partito ha aggiunto le sue istruzioni al rapporto presentato qualche giorno fa al Presidente Mao e al Comitato Centrale dal Ministero dell’Industria Metallurgica. Ora il documento sarà trasmesso ai livelli inferiori. A mio parere, le prospettive di miglioramento della nostra produzione di ferro e acciaio sono eccellenti, a condizione che vengano seguite le politiche e i requisiti contenuti nelle istruzioni del Comitato Centrale.

Ci sono quattro problemi chiave che l’industria siderurgica deve affrontare e che devono essere risolti.

In primo luogo, è indispensabile costruire una leadership forte.

Al momento la produzione di ferro e acciaio non sta aumentando, soprattutto per quanto riguarda i grandi complessi siderurgici di Baotou, Wuhan, Anshan e Taiyuan. In particolare, se invece di aumentare, la produzione della Anshan Iron and Steel Company si riduce di due o tremila tonnellate al giorno, gli altri non saranno in grado di colmare la differenza. Naturalmente, anche alcune acciaierie di medie e piccole dimensioni non riescono a produrre. La causa principale della nostra fiacca produzione di ferro e acciaio è la leadership, che è debole, pigra e lassista. Quella del Ministero dell’Industria Metallurgica è debole, anche se non possiamo ancora dire che sia pigra e lassista. Ma essendo debole, deve essere rafforzata. La qualità dei gruppi dirigenti varia da una fabbrica o impresa all’altra. Alcuni sono lassisti, il che è un difetto legato alla faziosità. Uno dei problemi principali dei quadri attualmente è che hanno paura di toccare questioni spinose come si ha paura di toccare il sedere di una tigre. I leader di un’unità o di un’impresa non devono essere così timidi. Dobbiamo cercare di trovare e reclutare nei gruppi dirigenti quadri che non abbiano paura di perdere il posto di lavoro; avranno il sostegno del Comitato centrale e dei comitati provinciali del Partito. Se non facciamo questo, le cose non potranno cambiare in meglio. Un gruppo dirigente è come un posto di comando, e gli sforzi per aumentare la produzione, portare avanti la ricerca scientifica o combattere il fazionalismo sono tutti come operazioni militari. Se il posto di comando è debole, le operazioni non possono essere efficaci. Il Ministero dell’Industria Metallurgica non ha avuto la forza di condurre operazioni efficaci, così come i gruppi dirigenti di alcune aziende e impianti siderurgici. La questione dei gruppi dirigenti incide sull’attuazione o meno della linea del Partito. Se non si affronta la questione in modo adeguato, sarà difficile anche solo iniziare a muoversi, per non parlare di guidare le masse in avanti. Per questo motivo abbiamo posto l’accento soprattutto sulla necessità di affrontare adeguatamente il problema dei gruppi dirigenti. Dobbiamo rafforzare non solo il gruppo dirigente del Ministero dell’Industria Metallurgica, ma anche quello di ogni azienda, fabbrica, miniera e officina, nonché delle unità operative. Dobbiamo fare in modo che nessun gruppo dirigente sia debole, pigro o lassista. Solo così le sue opinioni saranno ascoltate e le sue indicazioni seguite; solo così sarà veramente in grado di guidare.

In secondo luogo, è indispensabile lottare contro il fazionalismo.

Dopo che la decisione del Comitato centrale sul miglioramento del lavoro ferroviario è stata resa nota ai livelli inferiori, tutti i mestieri e le professioni ne hanno sentito il grande impatto e l’impulso. Un chiaro esempio è la rapida crescita della produzione di carbone, ottenuta grazie al coraggio e alla fermezza della leadership nel combattere il fazionalismo. Anche la produzione della Taiyuan Iron and Steel Company è migliorata non appena è stato risolto il problema del fazionalismo. I dipartimenti ferroviari hanno fatto un lavoro ancora più notevole in questo senso, e l’esperienza acquisita a Xuzhou è abbastanza tipica. Tutti noi dovremmo imparare da queste esperienze.

La leadership deve essere chiara e ferma nella sua opposizione al fazionalismo. Per quanto tempo possiamo permetterci di aspettare che le persone che hanno rovinato la causa del Partito riconoscano i loro errori? Il coraggio è di primaria importanza. Coloro che si aggrappano alla faziosità devono essere trasferiti ad altri incarichi, criticati o combattuti quando necessario. Non dobbiamo trascinarci dietro le cose e aspettare all’infinito. Inoltre, dovremmo invitare le masse a unirsi allo sforzo contro il fazionalismo. Coloro che si aggrappano alla faziosità temono forse il Comitato centrale o i comitati provinciali del Partito? Non lo temono. Tanto meno temono i comitati di partito cittadini e i dirigenti delle aziende, delle fabbriche o delle miniere. Ma temono le masse, soprattutto quando queste ultime entrano in azione. Quindi il modo per affrontare queste persone è mobilitare le masse per lottare contro di loro, senza cedere di un millimetro. Inoltre, dobbiamo dare una dimostrazione di forza e non dobbiamo esitare. Dobbiamo avere fiducia nelle masse. Dobbiamo portare i documenti del Comitato Centrale direttamente a loro, in modo che la sua linea sia veramente conosciuta in ogni famiglia, comprese le casalinghe e i bambini, e che l’iniziativa delle masse contro il fazionalismo sia così messa in gioco. L’esperienza in diverse località dimostra che oltre il 95% delle masse sostiene i punti essenziali del Comitato Centrale. Non intendo certo dire che nessuno si oppone ad essi. Il mio discorso dello scorso marzo alla riunione nazionale dei segretari del Partito responsabili del lavoro industriale è stato descritto da alcuni come un “programma restauratore”. Esistono persone che esprimono tali opinioni. Ma non bisogna aver paura di loro. Se assumiamo un atteggiamento chiaro e abbiamo politiche corrette, la situazione sarà facile da gestire.

Coloro che sono ancora impegnati in attività di fazione sono una minoranza. Tra questi, alcuni sono veri e propri nemici che sfruttano la faziosità per causare gravi disordini; altri si impegnano in lotte tra fazioni solo per guadagno personale e fama; altri ancora sono ossessionati dalla faziosità dopo aver attraversato diversi anni di lotte di questo tipo. Come dimostra l’esperienza dei dipartimenti ferroviari della città di Xuzhou e di altre aree, il numero di coloro che dovrebbero essere attaccati nella lotta contro il fazionalismo è molto ridotto. Le attività fazionarie a Xuzhou erano molto gravi, ma alla fine solo tre persone sono state messe sotto attacco. La stragrande maggioranza, compresi coloro che erano ossessionati dal fazionalismo, erano redimibili. Quindi il risultato effettivo è stato che l’obiettivo dell’attacco è stato molto ristretto e molte persone sono state aiutate attraverso l’educazione. Dobbiamo essere determinati a vincere nella nostra lotta antifazionaria.

In terzo luogo, è imperativo che le politiche siano attuate con coscienza.

A giudicare dall’esperienza acquisita nel risolvere i problemi del lavoro ferroviario e della città di Xuzhou, l’attuazione delle politiche del Partito è molto importante. Durante la campagna per stanare i membri del “Gruppo del sedicesimo maggio”, oltre 6.000 persone a Xuzhou sono state attaccate. Questa cifra è piuttosto scioccante. Quando così tante persone sono state attaccate, è essenziale attuare la politica che le riguarda; altrimenti, come possiamo suscitare l’entusiasmo delle masse?

Quando dico che dobbiamo attuare la politica che riguarda queste persone, non parlo solo degli individui che sono stati etichettati come questo o quello, ma anche delle persone che li circondano e che sono state coinvolte. Il trattamento riservato a queste 6.000 persone a Xuzhou riguarda decine di migliaia di altre, se contiamo una media di cinque membri in ciascuna delle loro famiglie, più altri parenti, amici e legami sociali. È necessario adottare misure per aiutarli a liberarsi del loro peso mentale il prima possibile.

Nell’attuazione delle politiche, dobbiamo prestare attenzione anche ad altri casi. Ad esempio, sebbene alcune persone non siano state ufficialmente etichettate, sono state criticate o attaccate e hanno sofferto di un grande disagio mentale. Questo genere di cose è accaduto anche in aree in cui non c’è stata alcuna campagna per scoprire i membri del “Gruppo del sedicesimo maggio”. Tutti questi problemi dovrebbero essere affrontati in modo appropriato.

Nell’attuazione delle politiche del Partito, dobbiamo concentrarci in particolare sul risveglio dell’entusiasmo dei lavoratori veterani, dei tecnici chiave e dei lavoratori modello. Coloro che dovrebbero tornare a ricoprire incarichi di primo piano dovrebbero essere richiamati e assegnati a mansioni adeguate. Naturalmente, non sto suggerendo che tutte le persone a cui ho fatto riferimento debbano essere reinserite nei loro precedenti incarichi.

In quarto luogo, è indispensabile stabilire norme e regolamenti essenziali.

Dopo che le questioni sopra menzionate sono state ben gestite, il passo successivo è quello di mobilitare le masse per stabilire e migliorare le norme e i regolamenti essenziali. Si tratta anche di rafforzare il senso di organizzazione e disciplina. Negli ultimi anni non ci sono state regole e norme di cui parlare, e di conseguenza sono sorti molti problemi. Non molto tempo fa, in un solo giorno la Wuhan Iron and Steel Company ha avuto due gravi incidenti in cui è fuoriuscito acciaio fuso. È persino difficile stabilire chi debba essere ritenuto responsabile di alcuni incidenti che si sono verificati. Pertanto, è imperativo stabilire e migliorare le norme e i regolamenti essenziali. La disciplina in alcune fabbriche è molto permissiva. Il personale può venire o meno al lavoro e può osservare o meno i regolamenti. Occorre dire chiaramente che, anche se i casi precedenti di questo tipo possono essere scusati, d’ora in poi non sarà tollerata alcuna recidiva. Come si può permettere a un individuo di assentarsi casualmente dal lavoro quando ne ha voglia? Se un uomo non si presenta al lavoro, cancellatelo dal libro paga. Se si rifiuta di lavorare, ditegli di andarsene! Dal momento che non è disposto a lavorare, perché lo Stato dovrebbe continuare a pagargli il salario come se lo facesse? Nel far rispettare le norme e i regolamenti, è meglio essere un po’ più severi, altrimenti non è possibile stabilirli correttamente. In passato, alcune norme e regolamenti erano troppo complicati, e [ora] dovrebbero essere migliorati. Dovremmo sommare le esperienze positive e negative e ripristinare o stabilire le norme e i regolamenti essenziali.

In sintesi, c’è molto da fare per migliorare la produzione di ferro e acciaio. A mio parere, è molto importante prestare particolare attenzione ai quattro punti che ho discusso.

Note
  1. Discorso tenuto in occasione di un forum sull’industria siderurgica.
    Traduzione dall’inglese in italiano di Eros Rossi Fomìn, da Selected works vol. II.[]